Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:GROSSETO17°  QuiNews.net
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
venerdì 26 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La rapina da Yamamay: una commessa a terra ferita, l'altra affronta il bandito

Attualità venerdì 13 gennaio 2017 ore 18:26

I numeri della sanità grossetana

A un anno dalla nascita dell'Asl sud est, la direzione aziendale ha tracciato un bilancio dei risultati ottenuti e illustrato i programmi 2017



GROSSETO — Per il direttore generale, Enrico Desideri, quello dell'Asl sud est è stato un anno importante battuto per la riorganizzazione dell'Azienda per garantire qualità e prossimità delle cure.

“Abbiamo lavorato sulle reti cliniche integrate, grazie alla collaborazione dei nostri operatori, con l’aiuto delle tecnologie, in modo da garantire la qualità e anche il miglioramento dell’assistenza. - ha commentato Desideri - Ora abbiamo davanti nuove sfide: i tempi di attesa, su cui stiamo lavorando attraverso il sistema ‘dove si prescrive si prenota’ e con l’accesso per classi di priorità, e l’innovazione, tecnologica, farmacologica e organizzativa. Saranno questi i punti cardine per lo sviluppo futuro di questa azienda”.

Il Piano investimenti 2016-2018 relativo alle strutture sanitarie della provincia di Grosseto supera gli 81 milioni di euro: 68 milioni vanno alla zona grossetana e riguardano interventi in corso di realizzazione come la nuova ala dell’ospedale Misericordia e per il centro per i disturbi del comportamento alimentare, in corso di realizzazione a Casa Mora, nel comune di Castiglione della Pescaia; per la zona dell’Amiata grossetana, gli investimenti superano i 3 milioni di euro, grazie ai quali sono stati ampliati il pronto soccorso di Castel del Piano e il distretto di Roccalbegna, sono state realizzate le elisuperfici di Cinigiano e Roccalbegna, sono stati installati la risonanza magnetica e il mammografo digitale, all’ospedale di Casteldelpiano; per le Colline dell’Albegna, il Piano prevede 2 milioni di euro per l’adeguamento e la manutenzione degli ospedali di Orbetello e Pitigliano, nonché la realizzazione della casa della Salute di Orbetello; sulle Colline metallifere, gli investimenti, in parte realizzati e in parte in corso, superano gli 8 milioni di euro e riguardano la ristrutturazione dell’ospedale di Massa Marittima, distretto di Follonica e l’elisuperficie di Montieri.

Una parte consistente degli investimenti è dedicata alle nuove tecnologie informatiche, per potenziare la telemedicina e la rete tra ospedali, ma anche per migliorare il telemonitoraggio dei pazienti a domicilio e garantire la massima qualità delle cure ai cittadini anche nelle proprie case. I volumi di attività nelle strutture ospedaliere registrano oltre 120mila accessi (Grosseto 68.101; Orbetello 24.929; Massa Marittima 13.800; Casteldelpiano 7.956; Pitigliano 5.447) e poco meno di 27mila sono state le emergenze gestite dalla centrale del 118, nel 2016. Nelle sale operatorie sono stati effettuati circa 27mila interventi chirurgici, mentre le prestazioni specialistiche ambulatoriali sono state 900 mila. Non meno importanti gli interventi per le politiche sociali, su cui l’azienda sta lavorando in accordo con i Comune per sostenere l’alta disabilità, l’inclusione sociale e uniformare la rete delle RSA .

Per quanto riguarda la riorganizzazione del 118 e la rete dell'emergenza-urgenza, il direttore generale ha confermato l’impegno per il potenziamento dell’attività, sia con l’assunzione di nuovo personale infermieristico, sia aumentando il numero delle Postazioni di emergenza territoriale (PET), in collaborazione con le associazioni di volontariato.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità