Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:38 METEO:GROSSETO20°34°  QuiNews.net
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
martedì 09 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Olivia Newton John: la trasformazione nel finale di «Grease»

Attualità giovedì 14 aprile 2022 ore 18:22

Oltre 4 milioni di euro per l'ospedale

In progetto l'ampliamento del pronto soccorso e la realizzazione dell’ospedale e della casa di Comunità. Primi interventi dopo l’estate



PITIGLIANO — Oltre 4 milioni di euro. E' a quanto ammontano gli investimenti previsti dalla Asl Toscana sud est per interventi all'ospedale Petruccioli di Pitigliano.

In particolare, spiega una nota dell'azienda sanitaria, si tratta della realizzazione dell’ospedale di Comunità finanziato grazie ai fondi del Pnrr per circa 2,5 milioni di euro; la realizzazione della Casa della Comunità per circa 1,5 milioni di euro con i fondi complementari della Regione Toscana e 250mila euro che saranno destinati per realizzare un ampliamento del pronto soccorso grazie ad un finanziamento previsto dal Decreto Rilancio.

La fase di progettazione degli interventi per il pronto soccorso sarà ultimata e consegnata entro Maggio e la ditta incaricata di eseguire i lavori è già stata individuata. Per quanto riguarda i tempi di realizzazione i lavori, spiega l'Asl, dovranno eseguiti compatibilmente alla piena operatività del pronto soccorso. “Pensiamo di aprire una prima fase degli interventi dopo l’estate e la stagione turistica quando l’affluenza degli utenti sarà minore in modo di interferire il meno possibile con il lavoro quotidiano di medici e infermieri - spiega Massimo Forti, direttore della rete ospedaliera della Asl Toscana sud est. “Gli investimenti che mettiamo in campo per Pitigliano sono una cifra importante – aggiunge il direttore generale della Asl Toscana sud est Antonio D'Urso – che dimostrano la nostra attenzione per il futuro di questo ospedale che riveste una funzione strategica nel rispondere alle esigenze di salute di un territorio geograficamente vasto e difficile. A Pitigliano l'attività non si è mai fermata – sottolinea - e i posti letto sono sempre stati utilizzati a pieno regime sia per la medicina interna che quando abbiamo dovuto aprire le Cure Intermedie Covid, variando quindi l'offerta rispetto ai bisogni dell'area grossetana. In questo contesto – prosegue D'Urso – la nostra intenzione è quella di valorizzare, nel limite di quanto è possibile al momento, i servizi che vengono svolti nella struttura. I lavori per potenziare il pronto soccorso vanno in questa direzione come lo sforzo per superare le carenze del personale. Ricordo – conclude il direttore generale – che è stata appena indetta la selezione pubblica per il nuovo direttore della Medicina interna, un altro tassello per il rilancio dell'ospedale”. 

Per quanto riguarda le cure intermedie a Pitigliano sono stati ricoverati dall'inizio della pandemia ad oggi, 187 pazienti. “E’ stata una risposta importante - commenta Andrea Montagnani, direttore ad interim di Medicina interna dell’ospedale – insieme a Castel del Piano abbiamo avuto un ruolo fondamentale per tutta la Provincia”. 

L’intenzione dell’azienda, appena il quadro epidemiologico sarà migliorato, è quello di ripristinare i letti di cura per acuti no Covid alla medicina interna di Pitigliano così come era stato fatto in precedenza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono i dati relativi ai test e tamponi registrati nelle ultime 24 ore. Sono 22 i pazienti ricoverati in provincia tra area medica e terapia intensiva
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità