Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:GROSSETO22°27°  QuiNews.net
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
sabato 18 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Eitan Biran, parla il nonno paterno: «Un giorno mi dirà 'hai fatto tutto il possibile per salvarmi'»

Attualità giovedì 26 marzo 2020 ore 14:00

In paese 13 positivi e anche il panificio chiude per Covid

Nel piccolo centro sulle Colline Metallifere 13 i casi di coronaviurs, tra questi anche i titolari del panificio. In totale 46 persone in isolamento



MONTEROTONDO MARITTIMO — Anche sulle Colline Metallifere il coronavirus ha contagiato 13 persone nel Comune di Monterotondo Marittimo. Qui a risultare positive anche i titolari del panificio del paese, che, già prima di avere il risultato del tampone avevano deciso la chiusura dell’attività. A renderlo noto il sindaco di Monterotondo Marittimo, Giacomo Termine con una diretta su Facebook sottolineando che i titolari del panificio si erano messi in isolamento precauzionale nell'attesa del risultato del tampone.

"Questo non deve spaventare i cittadini - ha detto il sindaco Termine - visto che non ci sono certezze scientifiche: una dipendente ad esempio, pur avendo lavorato a stretto contatto, è negativa".

Il Comune di Monterotondo Marittimo, inerpicato sulle Colline Metallifere, conta circa 1300 abitanti. E in isolamento per adesso sono finte 46 persone, compresi i 13 positivi e tutti quelli che sono entrati a contatto con loro.

"Al tampone - scrive il sindaco - sono risultati positivi in 13 più 2 indeterminati, per cui abbiamo attivato iniziative per garantire maggiore presidio nei luoghi più affollati come gli esercizi pubblici di generi alimentari. La quarantena è scattata di conseguenza per 17 persone, tra i positivi di cui 4 conviventi, e contemporaneamente sono state individuate un totale di 46 persone da mettere in isolamento tra quarantene e sorveglianze attive".

Il Comune ha richiesto immediatamente il supporto dell'Unione dei Comuni per intensificare i controlli sui comportamenti della popolazione, limitarne la mobilità all'essenziale e vigilare onde evitare ogni tipo di assembramento anche nei pressi dei negozi alimentari.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le due vittime erano ricoverate all'ospedale Misericordia, dove i ricoverati sono ancora 18. I nuovi positivi sono 15, ecco dove abitano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS