Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:GROSSETO22°27°  QuiNews.net
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
sabato 18 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Eitan Biran, parla il nonno paterno: «Un giorno mi dirà 'hai fatto tutto il possibile per salvarmi'»

Attualità martedì 13 settembre 2016 ore 09:39

Unicoop, tensione tra azienda e sindacati

La denuncia della Filcalms Cgil riguarda lo stallo relativo al rinnovo del contratto e la mancata applicazione degli accordi sottoscritti nei negozi



GROSSETO — “In Unicoop Tirreno le relazioni sindacali sono logorate da mesi”, questa la dura denuncia della Filcams CGIL dei territori di Livorno e Grosseto, in una fase estremamente delicata, durante la quale sono in ballo il rinnovo del contratto nazionale e il riassetto societario della cooperativa.

Come denunciato dagli stessi sindacati, le relazioni sul territorio avevano subito un colpo già all'inizio della trattativa per il rinnovo del contratto nazionale della cooperazione. In questi mesi la trattativa non è andata avanti, anche se dovrebbe esserci un nuovo incontro fissato a Roma il 16 settembre.

A questo si aggiunge la gestione degli accordi di flessibilità. Si tratta degli accordi sottoscritti principalmente dalla Filcams negozio per negozio, mediati secondo le esigenze di azienda e dipendenti e condivisi, poi, dai lavoratori e dalle lavoratrici interessati.

“Ci troviamo di fronte a comportamenti contraddittori da parte di un gruppo dirigente assente – ha concluso la Filcams – e non possiamo continuare a sopportare le prevaricazioni che, giornalmente, i dipendenti subiscono e per cui chiediamo da mesi un confronto che tarda ad arrivare. In questa fase di riassetto degli organismi dirigenti e non solo, sarà impossibile, per chi prenderà le redini della cooperativa, procedere a una riorganizzazione senza coinvolgere l'organizzazione sindacale e i lavoratori”.

I lavoratori e le lavoratrici, dopo essersi riuniti in assemblea, hanno proclamato lo stato di agitazione.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le due vittime erano ricoverate all'ospedale Misericordia, dove i ricoverati sono ancora 18. I nuovi positivi sono 15, ecco dove abitano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS