Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:GROSSETO23°30°  QuiNews.net
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
domenica 25 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, la sicurezza blocca Simone Biles: «Mi mostra il pass? Buona fortuna»

Cronaca giovedì 26 gennaio 2017 ore 18:47

Una malattia rara si porta via un neonato

La mamma è una richiedente asilo arrivata in Italia pochi mesi fa. Al piccolo era stata diagnosticata la 'sindrome delle ossa di cristallo'



GROSSETO — I medici non hanno potuto far altro che constata la morte di un piccolo di quattro mesi che si trovava nella struttura di accoglienza a Grosseto. Il bimbo era nato dopo pochi mesi l'arrivo della donna incinta nella struttura della Rugginosa e dal Coeso Società della Salute esprimono grande dolore per questa perdita. 

Al neonato era stata diagnosticata una rarissima malattia genetica che ha compromesso la sopravvivenza. "Al bambino - hanno spiegato dal Coeso - è stata diagnostica la osteogenesi imperfetta, conosciuta come 'sindrome delle ossa di cristallo', che rendeva l'aspettativa di vita del piccolo davvero breve". Fondazione Firmo è tra i soggetti che si occupa di studio e ricerca sulle malattie rare dell'osso. 

I professionisti dell'Azienda sanitaria Usl Toscana sud est avevano avviato una serie di percorsi per migliorare le condizioni del bambino, anche se l'esito della patologia riscontrata era incontrovertibile. Da parte del direttore del Coeso Società della Salute Fabrizio Boldrino la speranza che la vicinanza degli operatori e della comunità possano aiutare la donna a superare questa dolorosa perdita.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Calano i nuovi casi positivi registrati tra i residenti nella provincia di Grosseto ma un paziente è entrato nel reparto di terapia intensiva
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità