Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:GROSSETO8°  QuiNews.net
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
giovedì 09 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo: Morandi, Ranieri e Al Bano fanno cantare l'Ariston

Cronaca lunedì 23 gennaio 2023 ore 13:00

La casa nera, giro di cocaina tra Emilia e Toscana

Sono 29 le misure di custodia emesse nell'ambito di un'indagine su un giro di droga che coinvolge le province di Piacenza e Grosseto oltre al milanese



GROSSETO — Una vasta operazione antidroga condotta dai carabinieri di Piacenza ha interessato anche la provincia di Grosseto. L’operazione è stata denominata “Black House” perché a volte nelle conversazioni gli indagati si davano appuntamento per lo smercio all’interno di un’abitazione che chiamavano in questo modo.

Nelle prime ore di questa mattina 29 persone, 17 stranieri e 12 italiani sono stati raggiunti da ordinanze di custodia cautelare con l'ipotesi di traffico e detenzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, a vario titolo e in concorso tra loro. L'operazione tra Piacenza, Parma, Rimini e Grosseto, ha portato ad 11 custodie cautelari in carcere, 8 custodie cautelari agli arresti domiciliari e 10 obblighi di dimora con permanenza notturna in casa dalle ore 20 alle 7.

Le indagini, avviate nel Febbraio 2021 dalla Stazione Carabinieri di Rivergaro, coordinate dalla procura di Piacenza e concluse nel Febbraio 2022, hanno permesso di completare lo smantellamento di alcuni gruppi criminali composti da spacciatori italiani, nord-africani marocchini, tunisini, albanesi e sudamericani ecuadoregni che si approvvigionavano di cocaina, hashish e marijuana nell’hinterland milanese per il successivo smercio, anche a soggetti minorenni, nella città e nella provincia di Piacenza.

Sarebbero stati documentati episodi di spaccio su Piacenza città, Mortizza, Rottofreno – San Nicolò a Trebbia, Calendasco, ma anche su Caorso e Alseno.

L’attività portata a termine oggi è la naturale evoluzione di un’altra indagine, sempre in materia di stupefacenti, conclusa dallo stesso Reparto nei mesi precedenti e che era scaturita da un decesso per overdose avvenuto nel Gennaio 2021 a Gossolengo.

Sono stati effettuati 17 arresti in flagranza, sequestrati 53 grammi di hashish, 107 di cocaina, 10 di marijuana, 37 di eroina e 800 millilitri di metadone.

Oltre 1.000 gli episodi di spaccio documentati e 92 sono state le persone individuate come consumatori, che saranno segnalate alla Motorizzazione per la revisione della patente di guida. I consumatori sono per lo più tutti maggiorenni, gente comune, uomini e donne, vi è anche una ragazza minorenne.

Nove delle misure di custodia riguardano persone che risultano irreperibili. Sarebbero ancora in corso numerose perquisizioni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono 67 gli incidenti con morti o feriti in 4 anni, 20 nel 2022. Coldiretti ha stilato la mappa dei luoghi a rischio per la presenza di cinghiali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità