QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 19°30° 
Domani 18°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
lunedì 17 giugno 2019

Cronaca giovedì 30 maggio 2019 ore 09:50

Tronchi sulla costa, chiesto lo stato di calamità

Portati dai fiumi al mare e dal mare sulla costa grossetana, i tronchi rischiano di mettere a repentaglio l'avvio della stagione. Il Comune interviene



GROSSETO — Il Comune ha avviato un maxi-intervento per ripulire il litorale grossetano dalla presenza di detriti, principalmente tronchi, portati dalle maree dovute al maltempo delle ultime settimane: materiale che si è accumulato sulle spiagge a ridosso dell’inizio della stagione estiva. 

L'allarme era stato lanciato dagli operatori del settore balneare e più in generale dei residenti. Martedì il primo sopralluogo dei tecnici comunali, per valutare la situazione, prima dell'invio delle ruspe, ieri, nel tratto di costa compreso tra il Moreno Beach e il porto di Marina di Grosseto.

Il resto della costa, anche fino al confine con Castiglione della Pescaia, sarà ripulito oggi e nei prossimi giorni.

“Il problema è stato affrontato immediatamente – ha assicurato il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna -: dopo il sopralluogo siamo intervenuti coordinando l’azione del Servizio demanio marittimo e di Sei Toscana. Non solo: abbiamo anche segnalato una serie di interventi di competenza del Consorzio di Bonifica, chiedendo di metterli in pratica il prima possibile”.

“Come Protezione civile – ha aggiunto l’assessore al Demanio, Riccardo Megale – abbiamo inviato un report alla Regione Toscana per segnalare l’evento naturale al fine del riconoscimento dello Stato di calamità. Negli ultimi anni infatti i comuni come il nostro si trovano a fare i conti con questo tipo di problema – nel 2019 ancora più intenso – che a nostro parere necessità di un interessamento concreto – perché no, anche programmato così da garantire prevenzione – da parte dell’Ente regionale”.

Il settore Ambiente, coordinando l’attività con Sei Toscana, si occuperà poi di procedere allo smaltimento del materiale rimosso. Ancora da determinare il costo dell’operazione, proprio perché si tratta di un intervento straordinario.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità