QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 13°15° 
Domani 10°12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
lunedì 11 dicembre 2017

Cronaca mercoledì 11 ottobre 2017 ore 13:31

Botte, minacce e fuoco, l'estorsione è servita

il procuratore capo Giuseppe Creazzo

Arrestati nel grossetano un commercialista e un imprenditore. La vittima è il titolare di un'altra azienda. Minacce anche alla famiglia

GROSSETO — Sono accusati di estorsione aggravata con l'utilizzo del metodo mafioso e poi di furto, lesioni personali e danneggiamento a seguito di un incendio un commercialista di Follonica di 57 anni e un imprenditore di Scarlino di 47, originario di Catania. 

I due sono stati arrestati dai carabinieri in collaborazione con la Guardia di Finanza al termine di una lunga inchiesta, coordinata dalla direzione distrettuale antimafia fiorentina e iniziata nel 2014.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, i due, insieme ad altri individui, hanno per molto tempo messo in atto minacce, intimidazioni, soprusi e atti di violenza nei confronti di un altro imprenditore al quale il catanese aveva affittato alcuni capannoni.

L'obiettivo era rientrare in possesso degli immobili e tagliare fuori la vittima dalle imprese che aveva avviato, costringendolao a lasciare la Maremma.

Nell'inchiesta è coinvolto anche un cancelliere del tribunale di Grosseto, accusato di corruzione per aver fornito notizie riservate al commercialista.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Lavoro