QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
domenica 04 dicembre 2016

Attualità domenica 17 gennaio 2016 ore 14:26

Buon compleanno Paolo Borsellino

In occasione dell'anniversario della sua nascita, un pomeriggio di proiezioni e dibattiti per far conoscere la figura del giudice

GROSSETO — Il Movimento delle Agende Rosse, Gruppo Agostino Catalano - Maremma, rende omaggio al giudice Paolo Borsellino nel 76mo anniversario della sua nascita con un pomeriggio dedicato all'approfondimento del suo pensiero.

L'evento si svolgerà martedì 19 gennaio a partire dalle 16.30 presso il Cinema Stella di Grosseto. L'appuntamento inizia con la proiezione del film "Quello che rimane" e del documentario "Resistenza!", a seguire l'approfondimento delle tematiche attraverso un dibattito pubblico. Le iniziative saranno riproposte anche dalle ore 18.

"Quello che rimane – Parole e segni di una memoria operante" è un cortometraggio scritto e diretto da Michele Di Dio e prodotto dal Centro Studi Paolo Borsellino, dedicato alla memoria del Giudice, barbaramente ucciso insieme a cinque agenti della sua scorta nella strage di Via D'Amelio, a Palermo, il 19 luglio 1992. Il film è stato presentato ufficialmente a Bruxelles il 4 dicembre 2013, in occasione della manifestazione "Cultura della legalità e cittadinanza attiva: un impegno per l'Europa", nell'ambito della quale un'aula della Commissione Europea è stata intitolata alla memoria di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone.

"Resistenza! – Le parole di Salvatore Borsellino" è un breve documentario a cura di Guido di Gennaro e Patricia Ferreira che raccoglie alcuni importanti discorsi pronunciati dal fratello del Giudice, fondatore del Movimento delle Agende Rosse.

"È intenzione del Movimento delle Agende Rosse ricordare il magistrato con gioia e speranza, - commentano gli organizzatori - continuando ad adoperarsi affinché presto l'Italia tutta possa iniziare a sentire quel fresco profumo di libertà come diceva Borsellino, che si contrappone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca