QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 12°14° 
Domani 22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News grosseto, Cronaca, Sport, Notizie Locali grosseto
venerdì 20 ottobre 2017

Attualità martedì 10 ottobre 2017 ore 10:44

​Elisoccorso, potenziato il volo notturno

Nuova tecnologia per il Pegaso 2 l'elicottero dell'elisoccorso con base a Grosseto: si chiama Nvg (Night Vision Goggles), visori ad intensificazione di luce

GROSSETO — E' una tecnologia usata finora solo in ambito militare, una sorta di occhiali, che consentono ai piloti una visione migliore durante il volo notturno. Dal 1° novembre prossimo verrà utilizzata anche su Pegaso 2, l'elicottero dell'elisoccorso con base a Grosseto, per rendere più sicuro il volo di notte. Lo stabilisce una delibera portata in giunta dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e approvata nella seduta di ieri.

"L'elisoccorso è un servizio fondamentale per assistere i nostri cittadini sempre meglio, in maniera sempre più veloce ed efficace - dice Stefania Saccardi - In questi anni abbiamo sempre cercato di migliorarlo, rafforzarlo e renderlo più efficiente. La tecnologia NVG, che verrà sperimentata a Grosseto, consentirà di aumentare la qualità e la sicurezza, e incrementare l'attività notturna di Pegaso".

In Toscana il servizio di elisoccorso, attivato dal luglio 1999, è organizzato su tre basi operative:
- elicottero Pegaso 1, con base all'ospedale Santa Maria Annunziata (Ponte a Niccheri), nella Asl Toscana centro (Firenze), con competenza operativa prevalente nell'area Toscana centrale;
- elicottero Pegaso 2, con base all'ospedale Misericordia della Asl Toscana sud est (Grosseto), con competenza operativa prevalente nell'area Toscana sud e isole dell'arcipelago;
- elicottero Pegaso 3, con base all'aeroporto del Cinquale, Asl Toscana nord ovest (Massa Carrara), con competenza operativa prevalente nell'area Toscana nord e isole dell'arcipelago.

L'elicottero Pegaso 1 opera in orario diurno, mentre sia Pegaso 2 che Pegaso 3 sono in grado di volare anche di notte, garantiscono 22 ore di operatività al giorno, con turni di 11 ore intervallati da un'ora di fermo tecnico, e sono abilitati al sorvolo del mare e pertanto garantiscono il soccorso anche nelle isole dell'arcipelago toscano.

La normativa europea ha disciplinato l'utilizzo di supporti tecnologici funzionali all'elisoccorso notturno, fra i quali, appunto i visori notturni. La tecnologia NVG, si dice nella delibera, "contribuirà ad aumentare la sicurezza nelle operazioni notturne di elisoccorso, fornendo al personale di condotta (pilota e co-pilota, ndr) la capacità di vedere orizzonte e terreno, osservare le condizioni meteorologiche a distanza, identificare rilievi e ostacoli che possono costituire un pericolo per il volo".

La Regione ha deciso quindi di attivare in via sperimentale la nuova tecnologia sul Pegaso 2, che fa base a Grosseto, dal 1° novembre 2017 al 31 marzo 2018 (data di scadenza del contratto attualmente in essere), con possibilità di proroga fino a un massimo di 6 mesi. Il finanziamento destinato a questa sperimentazione per il periodo 1 novembre-31 dicembre 2017 è di 140.000 euro, che serviranno per la formazione di pilota e co-pilota e per modificare l'apparecchiatura sull'elicottero.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità